Costumista

Descrizione

Il costumista disegna gli abiti di scena per rappresentazioni e spettacoli teatrali o cinematografici scegliendone lo stile, i tessuti e i colori. Si occupa inoltre di disegnare i bozzetti e sovrintendere i sarti nella realizzazione dei costumi.

Attività lavorativa

L'attività lavorativa del costumista si svolge tenendo conto della sceneggiatura e delle indicazioni del regista, in quanto i vestiti devono adattarsi al contesto storico e al tema proposto dal copione ed essere congruenti con la personalità dei personaggi. In ragione di questo dovrà:

  • leggere la sceneggiatura;

  • concordare con regista il tipo di abbigliamento di interpreti e comparse nelle diverse scene;

  • fare schizzi dei personaggi con riferimento a abbigliamento e accessori;

  • identificare le tipologie di tessuti e materiali necessari alla produzione di costumi e accessori;

  • far cucire gli abiti presso sartorie specializzate;

  • in ambito televisivo, cinematografico e pubblicitario, ricercare abiti e accessori attraverso contatti con stilisti, ditte, sartorie, e rielaborarli per adattarli al personaggio;

  • valutare lo stato di avanzamento dei lavori nella realizzazione dei costumi e degli accessori e la loro rispondenza alle caratteristiche tecniche ed estetiche richieste;

  • far misurare gli abiti ad attori e comparse;

  • individuare soluzioni efficaci per eventuali modifiche e adattamenti dei costumi, degli accessori, del maquillage e dell’acconciatura estetica;

  • seguire la preparazione di attori e comparse prima di rappresentazioni o riprese.

Il costumista è sovente affiancato dall'aiuto costumista, che si occupa degli aspetti strettamente logistici e tecnici della professione.

Alcune attività specifiche dipendono dal settore in cui il costumista lavora:

  • nell'area cinematografica collabora con gli acconciatori, il direttore della fotografia e con il truccatore nella scelta dello stile di mascheramento del corpo;

  • in ambito televisivo l'attività prevede soprattutto la cura dell'abbigliamento e del look dei personaggi che compaiono in video e talvolta, l'attività viene svolta in via esclusiva per un personaggio televisivo, curando nel tempo il look e l'immagine personale.

Conoscenze e capacità personali

Per diventare costumista è bene che tu conosca:

  • la storia del cinema, del teatro, dei generi cinematografici ed elementi di linguaggio cinematografico;

  • la storia del costume e della sartoria teatrale, ma al contempo le tendenze della moda e del costume corrente;

  • principi di anatomia umana;

  • tecniche di design e stilizzazione dei figurini;

  • tecniche pittoriche e di stampa, tintura ed invecchiamento dei tessuti;

  • tecniche di taglio e cucito, di ricamo e di decorazione per rifinire e perfezionare costumi e accessori;

  • principali metodi di lavorazione del capo tessile con macchine tradizionali ed innovative nonché le proprietà e i comportamenti dei tessuti in lavorazione;

  • principali software applicativi per il disegno;

  • tecniche di preventivazione dei costi delle singole lavorazioni dei costumi in rapporto alle specifiche di budget;

  • almeno una lingua straniera.

Per svolgere questa professione sono inoltre necessarie: senso estetico, creatività, pazienza, precisione e capacità di lavorare in gruppo.

Opportunità di lavoro

Il costumista può lavorare sia come dipendente che come libero professionista. Quando l'attività è svolta nell'ambito di un rapporto di lavoro dipendente, i CCNL di riferimento dipendono dal settore in cui svolge l'attività.

La sua carriera si sviluppa a partire dalle mansioni di assistente per arrivare a ricoprire ruoli di responsabilità, muovendosi in un percorso di ricerca e studio per raggiungere differenti specializzazioni (costumi d'epoca, costumi per la danza, costumi per l'opera, per la tv ecc.).

Questa figura professionale puo' lavorare in studi televisivi, case di produzione cinematografica, case di produzioni teatrali e case di produzione pubblicitaria.

Percorso formativo

Per diventare costumista non esiste un percorso formativo specifico; risulta comunque necessario il conseguimento di almeno una qualifica professionale.

Le opzioni formative consigliate sono:

  • Qualifica della formazione professionale (Sistema FP - Istruzione e Formazione Professionale) Operatore sartoria

  • Istituto Professionale - Settore industria e artigianato - Indirizzo produzioni industriali e artigianali;

  • Liceo artistico - Indirizzo design.

Il diploma consente inoltre l’iscrizione all’Accademia di Belle Arti e il conseguimento di un diploma accademico con un indirizzo correlato al campo della moda e dell’abbigliamento.

La fomazione professionale prevede, inoltre, diversi corsi post diploma i: modellista Cad, progettista moda, designer di moda.

Per svolgere questa attività l'esperienza sul campo riveste un'importanza fondamentale per apprendere questo mestiere ed occorrono in media 6 o 7 anni di assistentato per accedere ad una piena responsabilità del processo di lavoro.

Altre informazioni

Per approfondimenti consulta le sezioni Contatti e Informazioni generali.